Sai quante varietà di patate esistono? Scopri i tipi principali e gli utilizzi in cucina

Quante varietà di patate esistono? Patate a pasta bianca, pasta gialla, patate rosse, patate viola, patate americane, patate novelle, patate dolci… le sfumature di questo affascinante tubero di origine americana sono davvero infinite. Scopriamo insieme le principali famiglie, le differenze e gli utilizzi ideali per ognuna di esse. 

patate rosse

Varietà di patate: quali scegliere in base alla ricetta

Arrivate in Europa a seguito della scoperta dell’America, i tuberi ottenuti dalla pianta Solanum tuberosum sono diventati un ingrediente fondamentale per tutta la cucina occidentale, non solo italiana, ma bisogna sapere che le varietà di patate sono migliaia (più di 4mila quelle commestibili) e differiscono per gusto, colore, produttività. Scegliere un tipo di patata oppure un altro può cambiare radicalmente la qualità della ricetta: scopriamo allora quali sono le principali tipologie e per quali ricette utilizzarle.

  1. Patata a pasta bianca 

Sono le nostre preferite, quelle perfette per preparare gli gnocchi 🙂 In effetti la patata a pasta bianca è molto ricca di amido, pertanto risulta farinosa e quindi molto adatta a tutte quelle ricette in cui questo ingrediente va schiacciato con la forchetta o con lo schiacciapatate. Quindi non solo per gli gnocchi, ma anche per il purè o per il gateau.

  1. Patata a pasta gialla 

Ricche di carotenoidi, le patate a pasta gialla sono invece poco farinose, compatte e sode. Essendo più resistenti alla cottura di quelle bianche, sono ideali per le patate fritte, al forno o bollite. Insomma tutte le preparazioni in cui non è necessario schiacciarle.

  1. Patate rosse 

Anche le patate rosse (che di rosso hanno solo la buccia, mentre l’interno è giallo) hanno anch’esse una polpa piuttosto soda, che le rende ideali per prepararle al forno, fritte, in umido o bollite. Hanno un sapore più deciso rispetto alle classiche patate gialle.

  1. Patata viola o violette

L’aspetto cromatico è senza dubbio uno dei punti di forza delle patate viola. Originarie del Perù e del Cile, hanno una polpa soffice e farinosa, che le rende ideali per preparare puree, gnocchi, vellutate o per arricchire impasti dolci e salati.

  1. Patate novelle 

Le patate novelle sono quelle che vengono raccolte prima di arrivare alla completa maturazione, per cui risultano più piccole delle normali e con una buccia molto sottile, che le rende adatte a tutte quelle preparazioni in cui si prevede anche l’utilizzo della buccia. 

  1. Patate americane o dolci

Non appartengono alla famiglia delle solanacee, ma quella delle Convolvulaceae, che danno vita a una radice tuberosa dal sapore dolce e ricco di amido. Possono essere bollite, cotte al forno o fritte.

patate dolci

Adesso che sai tutto sulle differenti varietà di patate sei pronto a metterti ai fornelli! Ma per gli gnocchi non ti devi preoccupare, c’è Patarò che ti viene incontro: scopri i nostri deliziosi gnocchi di solo patate e acqua, per ricette veloci, gustose e leggere!

Scopri tutti i benefici e le proprietà delle patate che forse non conosci

Su questo blog parliamo quotidianamente di gnocchi di patate, che sono il fulcro della nostra produzione, ma anche la nostra grande passione. Eppure non sempre ci soffermiamo in maniera abbastanza approfondita sulle patate, l’unico ingrediente che, insieme all’acqua, compone i nostri leggeri e deliziosi gnocchi. 

Oggi scopriamo insieme i benefici e le proprietà delle patate, questi affascinanti tuberi ricavati da una pianta chiamata Solanum tuberosum.

Qualche curiosità sull’origine delle patate e la famiglia

La cosa curiosa, che forse non sai, è che la specie Solanum tuberosum appartiene alla famiglia delle Solanacee, la stessadi cui fanno parte altre prelibatezze tipiche della nostra cucina, dai pomodori alle melanzane, dai peperoni ai peperoncini! E vi appartengono anche altri vegetali meno diffusi ma diventati noti negli ultimi anni, come le bacche di goji, per un totale di quasi tremila vegetali differenti.

La pianta che dà vita alle patate – come le altre solanacee – è originaria dei paesi del centro America (Perù, Bolivia, Messico, Cile) e fu portata in Europa dagli spagnoli nel XVI secolo. Ve ne sono tantissime varietà (solo in Italia se ne contano più di 30), ma quelle più adatte per la preparazione degli gnocchi sono quelle a pasta bianca, dalla polpa farinosa, povera di acqua.

Patate: benefici, proprietà e controindicazioni

Ma veniamo al focus del nostro articolo. Quali sono le proprietà delle patate? E le possibili controindicazioni?

Cominciamo dalla più importante di queste ultime, che forse già conoscerai. Come altre solanacee, le patate possono essere solo consumate cotte, poiché risultano essere tossiche se mangiate crude.

Ma a fronte di questa importante raccomandazione, nelle patate troviamo anche tantissimi nutrienti essenziali per il nostro organismo:

  • Le patate sono composte per il 79% da acqua, per il 15% da amido e la restante percentuale si divide tra ceneri, zuccheri, proteine e fibre. I grassi sono sostanzialmente assenti.
  • Sono ricche di minerali, in particolare potassio, fosforo, magnesio, calcio, zinco e ferro.
  • Contengono vitamine, in particolare la vitamina C e la B6, ma anche molte altre. 
  • Contengono fitocomposti quali beta-carotene, acido clorogenico, luteina, zeoxantina.

Quali sono le proprietà delle patate che sono conseguenza di questi interessanti valori nutritivi?

Innanzitutto la ricchezza in acqua rende le patate degli ottimi drenanti, poi sono in grado di offrire uno straordinario senso di sazietà, con la conseguenza di ridurre le calorie incamerate; inoltre gli antiossidanti presenti ci proteggono dall’azione dei radicali liberi e infine la presenza di zinco riduce i disturbi intestinali.

patate proprietà
Patate: proprietà e benefici

Prima di consumare le patate

Infine ecco qualche raccomandazione prima di cucinare le patate. Puliscile accuratamente sotto l’acqua corrente, eliminando i residui di terra. Togli tutti i germogli e gli eventuali punti neri presenti sulla superficie. A questo punto sei pronto per cuocere le patate e assaporare tutta la loro bontà!

Ultimo suggerimento: prova subito i nostri gnocchi di sole patate e acqua 🙂

Gnocchi di solo patate e acqua: i valori nutrizionali

Gli gnocchi sono il nostro primo piatto preferito. Un po’ per il loro gusto, un po’ per la loro sofficità e morbidezza, ma sicuramente anche perché sono un piatto che fa bene non soltanto al nostro palato, ma anche al nostro organismo. Di seguito tutte le informazioni nutrizionali che dovreste conoscere sugli gnocchi di patate!

Valori nutrizionali e benefici delle patate (e dei gnocchi!)

Nella preparazione dei nostri gnocchi usiamo solo patate e acqua. Questo significa che il contenuto di calorie del prodotto finale sarà molto basso, sicuramente inferiore rispetto all’apporto calorico di riso e pasta, e anche rispetto agli gnocchi arricchiti con grassi, margarina e altri ingredienti aggiuntivi.

Le caratteristiche nutrizionali dei nostri gnocchi derivano strettamente da quelle che apporta la patata come ingrediente. In particolare, le patate presentano 78 grammi circa di acqua ogni 100 grammi del loro peso e sono ricche di fibra. Non contengono una grande quantità di proteine, ma le poche presenti sono di elevata qualità biologica. I grassi sono pochissimi, quasi assenti, e solo polinsaturi, ovvero di una tipologia “buona” per l’organismo. Un’altra caratteristica che rende la patata, e quindi i nostri gnocchi, un alimento salutare, è l’assoluta assenza di colesterolo.

patate valori nutrizionali

Le patate sono conosciute per l’amido: questa sostanza appartiene alla categoria dei carboidrati, e fa ricadere quindi gli gnocchi nella categoria di alimenti a maggior contenuto di zucchero complessi. Per chiudere la lista di nutrienti presenti nelle patate, è necessario ricordare che sono ricche di vitamine, soprattutto quelle del gruppo B, e di minerali, tra cui spuntano potassio, fosforo e magnesio.

In conseguenza ai valori nutrizionali del tubero che li compone, i nostri gnocchi di solo patate e acqua hanno proprietà antiossidanti, aiutano l’organismo nell’assorbimento di grassi, zuccheri e colesterolo, e stimolano l’attività intestinale, svolgendo un notevole effetto saziante. Fanno bene alla pelle, grazie all’elevato contenuto di vitamina C che favorisce l’assorbimento del ferro. Il potassio della patata rende i nostri gnocchi un cibo amico dell’apparato circolatorio e dei muscoli.

Insomma, si può dire che gli gnocchi di solo patate e acqua non siano solo belli e buoni, ma anche nutrienti e amici dell’organismo.