Conosci l’origine degli gnocchi?

In molti pensano che gli gnocchi siano un’invenzione tutta italiana, ma in realtà l’origine di questo fantastico primo piatto è incerta e persa nella storia.

A complicare le cose poi c’è un piccolo problema: in ogni regione d’Italia (e in ogni parte del mondo) questa specialità assume nomi diversi, ingredienti diversi, condimenti diversi e forme diverse. Come fare quindi a dare un filo a tutto ciò è spiegare l’origine degli gnocchi? Difficile, ma noi ci abbiamo provato.

Chi ha inventato gli gnocchi?

Difficile dirlo, ma sull’origine degli gnocchi abbiamo diverse informazioni. Non devi però pensare ai classici gnocchi di patate, in quanto questo tubero arriverà sul nostro territorio solo con la scoperta dell’America e inizierà ad essere utilizzato solo molti decenni dopo.

Ma quindi com’erano fatto i primi gnocchi? Beh, la prima ricetta di questa specialità ci arriva dalle seconda metà del ‘500, quando due dei più grandi chef del rinascimento descrivono come realizzare questo primo piatto con farina, pangrattato, acqua bollente e uova

Per molti anni questa sarà le ricetta più diffusa, ma poi arriviamo al 1790 quando troviamo la ricetta degli “gnocchi alla tedesca”, dove nella preparazione vengono aggiunti mollica di pane, latte, riso (solo in alcuni casi), burro e spezie.

Sempre a fine ‘700 troviamo anche un’altra ricetta, quella degli gnoccchi all’acqua, che ricorda molto quella per realizzare la pasta dei bigne. Questi gnocchi venivano infatti preparati utilizzando una polentina a base di acqua (o latte), burro, farina, uova intere e tuorli.

È sempre in questi anni che iniziano inoltre a diffondersi gli gnocchi che più o meno conosciamo a oggi, realizzati nella maggior parte dei casi con patate, acqua e farina. Questa ricetta rimarrà tuttavia poco diffusa fino ad inizio ‘900.

Ed arriviamo finalmente ad oggi, anni in cui gli gnocchi di patate sono la ricetta più realizzata e consumata. Negli anni inoltre si è evoluta, tanto che troviamo nel classico impasto alcune variazioni molto interessanti, come l’aggiunta di zucca, barbabietola, spinaci… insomma, chi più ne ha più ne metta!

Un’altra ricetta molto interessante è quella che vede gli gnocchi realizzati con solo patate e acqua, gnocchi dall’anima leggera e perfetto per gustare il sapore genuino delle patate. Li hai già provati?