Stabilimento Berlingo
Stabilimento di Torbole Casaglia

Il Pastaio di Brescia una storia di successo

Il Pastaio di Brescia nacque nel 1983 a pochi chilometri dal cuore della Franciacorta, un’area del territorio particolarmente vocata all’eccellenza gastronomica, ad opera di due imprenditori, Pasquale Maestri ed Angelo Zampedri, che tuttora dirigono l’azienda insieme ai rispettivi figli.

Il Pastaio di Brescia da allora ha fatto passi da gigante sfruttando l’intuizione della proprietà di puntare al monoprodotto specializzandosi nella produzione di gnocchi e specialità a base di patate, a proprio marchio Patarò e/o in “private label”.

Oggi il Pastaio di Brescia è una società a responsabilità limitata con una settantina di dipendenti, due stabilimenti produttivi per una superficie totale di circa 30.000 mq (di cui oltre 15.000 mq di areee produttiva coperta) ed un mercato di riferimento che spazia dall’Italia al resto del continente, compresi i Paesi dell’Est Europa, per giungere fino agli Stati Uniti e all’Australia.
Qual è il segreto di questo successo?

Sicuramente la ricetta vincente è il frutto di una strategia di lungo termine che ha visto l’azienda (dal managment al prezioso supporto del personale dipendente) puntare sull’innovazione e sulla tecnologia al servizio della qualità e della sicurezza alimentare. Il Pastaio infatti ha operato con impianti industriali tecnologicamente avanzati ma senza dimenticare tradizione e passione per la cultura gastronomica.

L’Azienda è riuscita a raggiungere un brillante compromesso tra qualità del prodotto e produzione di larga scala; oggi l’attività aziendale si esplica 24 ore su 24, 6 giorni la settimana, raggiungendo una quantità di prodotto confezionato, pari a 1000 quintali al giorno.

Scopri l'azienda Patarò

Qualità ed innovazione

Il Pastaio di Brescia viene identificato sul mercato come un’azienda di alta qualità, in grado di garantire un competitivo rapporto qualità-prezzo. Il Pastaio applica da sempre un’attenta politica aziendale concentrata sulla specialità degli gnocchi, che si traduce nell’attuazione di minuziose procedure di autocontrollo, monitoraggio delle materie prime e del ciclo produttivo. Una proiezione all’avanguardia su tutti i fronti, dal packaging al formato, dalla tipologia di prodotti fino alla logistica. Il Pastaio di Brescia, già da oltre una decina di anni si presenta sui mercati internazionali con certificazioni IFS HIGHER LEVEL e BRC GRADE A+. L’azienda prende parte ai principali appuntamenti fieristici in Italia e nel resto del mondo nella convinzione che l’azienda, per crescere e prosperare, deve avere “una finestra” sempre aperta verso il mondo.

Il Pastaio di Brescia ha rivoluzionato il mondo degli gnocchi introducendo l’impasto a freddo (come fatto in casa) con un 98% di purea di patate offrendo una gamma assortimentale che non ha pari tra i concorrenti. Il catalogo si rinnova continuamente, a dimostrazione della vitalità e della continua ricerca all’innovazione dando vita a nuove referenze ottenute giocando con le forme ed i colori.Basti pensare alle chicche tricolori e alle stelline di patate, agli gnocchi ripieni e ai cuoricini di patate; tutte proposte commerciali che hanno ravvivato un segmento tradizionalmente maturo come quello degli gnocchi.
In conclusione il Pastaio di Brescia non è solo leader nella produzione degli gnocchi in Italia ma ha dimostrato che anche con un piatto semplice come gli gnocchi si possono realizzare grandi numeri, sia a tavola che nei mercati.